Seleziona una pagina

In molti pensano che realizzare lo stucco veneziano sulle proprie pareti di casa sia un vero e proprio compito per professionisti. Una specie di mission impossible, episodio 6… In parte è vero, ma in parte no.

Difatti, è possibile realizzare lo stucco veneziano fai da te sulle pareti di casa anche senza essere un professionista del settore e per riuscirci non serve nemmeno così tante come si potrebbe pensare a prima vista. Ovvio, bisognerà usare i prodotti nuovi, che hanno permesso di creare uno stucco veneziano fantastico in pochissimi passaggi e senza nemmeno possedere le conoscenze e le competenze in merito.

Tutorial su come realizzare lo stucco veneziano fai da te

Tutto ciò che bisogna fare è seguire una guida come quella che ti stiamo proponendo. Mi raccomando: se non sei un esperto degli intonaci, prova a seguire la guida passo dopo passo in modo da non sbagliare nulla, poiché altrimenti dovrai ricominciare tutto da capo e non è mai una bella esperienza, considerando che bisognerà comprare di nuovo dei prodotti costosi e fare un lavoro che, in realtà, richiede attenzione e concentrazione per non sbagliare niente.

Tutto l’occorrente per il lavoro lo puoi trovare abbastanza facilmente in un negozio specializzato. Sappi che non ti serve molto: solo della carta abrasiva con grana in un periodo compreso tra 400 e 600, la cazzuola in acciaio oppure un coltello per il cartongesso, l’intonaco veneziano stesso (ovviamente) e anche diversi oggetti protettivi: i guanti, gli occhialini, la vernice di base, la vernice di base, il rullo, il pennello, una goccia di panno, il contenitore di vernice, i coloranti universali e la copertura per il rullo.

Se non ti senti abbastanza sicuro con tutti gli strumenti che puoi ritrovarti davanti, allora non ti resta che, semplicemente, praticare. Sappi che lo stucco veneziano è di molto diverso dalla vernice e sapere applicare la pittura non ti rende un esperto con lo stucco veneziano. Per questo è necessario fare un po’ di allenamento: non ti costa nulla e in contempo ti aiuta a migliorare le tue abilità in materia.

Come prepare una stanza per pitturare con lo stucco veneziano

Fatto questo sarai finalmente pronto per applicare l’intonaco vero e proprio sulle pareti della tua casa. Prima, però, ricordati di preparare adeguatamente la stanza.

Lo stucco veneziano fai-da-te, difatti, non è di molto differente da qualsiasi altra operazione simile. Per questo devi svuotare completamente la stanza da tutti quegli oggetti che potrebbero esserti d’intralcio. Per esperienza sappiamo che sono davvero tanti… Ricordati che lo stucco veneziano è molto più resistente di qualsiasi altra pittura o materiale simile. Pertanto, se dovesse cadere su un oggetto (tipo la televisione) e non riuscissi a lavarla via subito, poi faresti un po’ di fatica ed è meglio prevenire che curare, no?

Preparare la stanza, però, non significa svuotarla solo di qualsiasi bene, ma anche curare le superfici su cui dovrai applicare l’intonaco. Difatti, questa dev’essere completamente liscia e piana, del tutto priva di buchi o fessure. Qualora ci fossero, dovresti riempirli con qualcosa prima di passare alla fase successiva. Inoltre ricordarti che devi anche lavare via dalle superfici tutto lo sporco o il grasso che si è depositato sulle stesse, altrimenti lo stucco veneziano potrebbe non apporsi nemmeno su queste pareti.

Meglio se ricopri le superfici con della vernice piatta. Inoltre prepara gli strumenti e in modo particolare arrotonda gli angoli dei coltelli o delle spatole affinché non danneggino la parete (brutta una superficie con lo stucco veneziano letteralmente graffiata). Infine, prima di passare al lavoro vero e proprio indossa le protezione: i guanti e gli occhiali.

Ora apri la confezione e aggiunti alla stessa della tinta. Mescola per bene il tutto e comincia da un angolo. Così avrai più facilita negli spostamenti verso gli altri angoli. Gli strati che devi applicare devono essere sottili e durante l’applicazione provvedi a tenere la cazzuola posizionata con un angolo di 30 gradi circa.

L’intonaco stesso va steso con diversi angoli e lunghezze, poiché lo stucco non deve essere monocromatico o monotono. E non devi nemmeno preoccuparti di coprire il tutto in maniera uniforme: una buona idea è quella di lasciare un po’ di parete “libera”, in modo che attraverso l’intonaco s’intraveda anche la parete di sotto. L’intonaco deve asciugarsi più di 4 ore, dopo di che dovresti mettere la seconda mano, lasciar asciugare e quindi eseguire i ritocchi.

Richiedi un preventivo

Chiama Ora

349/3442676

shares