Seleziona una pagina

Fra gli effetti decorativi più originali, la verniciatura a spruzzo è sicuramente uno di quelli che merita una trattazione a parte. Si tratta di un metodo per imbiancare i muri molto veloce ed efficace, accessibile anche alle persone che non abbiano una grande manualità e perfetto per tinteggiare pareti molto grandi. 

I vantaggi della verniciatura a spruzzo consistono soprattutto nella possibilità di imbiancare delle superfici abbastanza grandi in tempi ridotti, eliminando tutti gli inconvenienti della verniciatura a rullo (soprattutto per chi pratica il fai da te). La verniciatura a spruzzo si svolge con la pistola a spruzzo che spara la vernice sulla parete cospargendola in modo uniforme. 

La verniciatura a spruzzo può essere utilizzata per verniciare intere pareti oppure anche tavole di legno, metalli, e grandi pareti e superfici in modo veloce ed economico. 

Quello che serve per la verniciatura a spruzzo è una pistola per verniciare, un compressore da collegare alla pistola, pittura idonea e un miscelatore, teli di protezione per evitare che la verniciatura a spruzzo possa danneggiare altri muri, finestre e mobili o il pavimento. 

Come si fa la verniciatura a spruzzo: consigli utili

La vernice deve essere mescolata con molta cura. La diluizione, in particolare, è una fase importante che deve essere effettuata seguendo le specifiche che sono indicate sulla confezione del prodotto. 

Bisogna innanzitutto diluire bene la vernici per evitare la formazione di grumi e far sì che la vaporizzazione del materiale sia perfetta: in questo modo la resa della verniciatura a spruzzo sarà molto buona e il risultato finale ottimale. Infatti quando si procede alla verniciatura a spruzzo, la vernice deve essere molto più diluita rispetto alla norma per evitare che si possano formare dei grumi che renderebbero difficoltosa la vaporizzazione della vernice.

Quindi si riempie il serbatoio dell’aerografo e si tiene la pistola a circa 20 cm dalla parete cominciando a spruzzare. La verniciatura a spruzzo per mezzo di aria compressa ‘soffia’ la vernice vaporizzata sulla parete; è consigliabile procedere con due o tre mani omogenee e sottili piuttosto che concentrare la verniciatura a spruzzo in un solo punto con una singola mano molto corposa. 

La verniciatura a spruzzo si comincia dall’alto al basso seguendo porzioni di muro di circa un metro quadrato alla volta. La pistola va controllata per evitare di spruzzare troppa vernice. Se si vuole svolgere un lavoro un po’ più fine e professionale con la verniciatura a spruzzo è bene dare due mani di vernice come fondo della parete, passare la carta vetrata finissima per levigare il muro e curarsi che non ci siano buchi, crepe o fori nella parete prima di iniziare con la verniciatura a spruzzo, altrimenti eventuali difetti saranno molto evidenti. 

Al termine del lavoro, la pistola deve essere pulita subito oppure la vernice seccandosi potrebbe bloccare i fori. Si stacca quindi il serbatoio della vernice e di sciacqua, lo si riempie d’acqua e si riattacca la pistola. Va spruzzata l’acqua fino a che non uscirà pulita dalla pistola per verniciatura a spruzzo.

 

Richiedi un preventivo

Chiama Ora

349/3442676

shares