Come abbellire la casa con le decorazione sulle pareti.
Seleziona una pagina

Come abbellire la casa. Voglia di regalare una ventata di novità alla nostra casa? Consiglio più spassionato, incomincia dalle pareti! Ovviamente anche se ci sentiamo stanchi di ciò ce ci circonda, non è sempre possibile cambiare tutti gli arredi o la mobilia, ma non è nemmeno necessario, a volte basta infatti soltanto un po’ di pittura per cambiare totalmente look alla nostra casa. Quando si tratta di decorare le pareti di casa nostra le possibilità sono infinite, quindi è meglio chiarirsi subito le idee e capire qual è lo stile più adatto a noi e alla stanza che vogliamo migliorare.

Il colore, è un importante espediente per rendere gli spazi il più possibile confortevoli quindi la decisione su che colore pitturare una parete non è una decisione da prendere così su due piedi. Il colore è divenuto sempre più di uno strumento vero e proprio, non è più visto come sur plus, efficace in ogni momento della nostra vita, ha un effetto psicologico su di noi, che migliora sia la permanenza nelle nostre case, ha degli effetti sul benessere psicofisico e morale.

Stucco veneziano,Come abbellire la casa

Come scegliere il colore giusto per decorare una parete?

Che ci crediate o meno, il colore gioca un ruolo fondamentale sulla nostra vita ogni giorno, il colore con cui siamo vestiti dice molto su di noi e sulla nostra condizione psicologica. I colori sono onde di energia che agiscono sull’uomo a livello fisico, mentale ed emozionale.

Il nostro ambiente, inteso come abitazione, ha bisogno di continue cure, è quindi più che giusto dopo un po’ cambiare colore o comunque dare una ravvivata ai toni. Gli elementi d’arredo, come i mobili, devono essere inclusi nella scelta e va tenuto conto dell’interazione con gli alti elementi presenti, la scelta del o dei colori potrebbe rappresentare una reale problematica d’affrontare almeno una volta nella vita, quindi è bene documentarsi il più possibile. E’ scientificamente provato come i colori hanno la capacità di influenzare le sensazioni, l’umore e le emozioni, colpiscono insomma di chi li osserva.

Come scegliere quale ambiente da decorare con la pittura

Pitturare una stanza è un modo veloce per rinfrescare un ambiente, rimetterlo a nuovo, se siate abili con la manualità potete cimentarvi nel fai da te, se invece siate un po’ pasticcioni è meglio affidarsi a chi lo fa di mestiere, gente che saprà consigliarvi correttamente, che sarà in grado di capire i tuoi gusti e ciò che hai in mente, e ci penserà lui a realizzarli e a renderli realtà, senza che tu ti dovrai preoccupare di nulla. Dipingere le pareti di casa può sembrare un gioco da ragazzi ma non lo è affatto, perchè se non prestiamo la giusta attenzione agli accostamenti di colori rischiamo di ottenere un’effetto tutt’altro che gradevole.

La scelta del colore delle pareti può richiedere del tempo, e non sempre la migliore è il colore bianco, se abbiamo delle pareti bianche in casa di certo un motivo c’è, o perché non siamo stati abbastanza coraggiosi nel lanciarci in una scelta, oppure l’abbiamo lasciata bianca in previsione di apporci degli arredi da parete come quadri e cornici in un futuro prossimo, cosa che poi non abbiamo fatto perché hai scoperto che anche per quello dovrai incorrere in decisioni. Ma il bianco non è il colore migliore, è il primo a dare noia in un breve periodo, in più da sensazioni di spossatezza, il bianco è consigliabile utilizzato solo in combinazione di altri colori.

Dopo aver scelto il tipo di pittura e il colore che preferite, preparate la stanza per essere pitturata. Portate al centro più arredi possibili. Coprite zoccoli e profili delle porte con lo scotch protettivo. Per preparare le pareti alla pittura potreste aver bisogno di stuccare e carteggiare eventuali crepe o fessure. La pittura va stesa con il rullo, mentre il pennello si utilizza solo per piccoli dettagli.

Scelte dei toni di colore per le pareti: le nuance adatte ai vari ambienti

Le pareti colorate, rispetto a quelle bianche consentono di conferire ad ogni stanza della casa uno stile unico, permettono di dividere gli ambienti e possono quindi essere considerate dei veri e propri elementi della casa. Se un tempo però venivano impiegate soprattutto tinte delicate, oggi con i colori ci si può sbizzarrire ma sempre entro un certo limite. Vediamo prima di tutto quali sono le nuance più adatte alle varie stanze della casa, basandoci sulla cromoterapia e sul potere dei colori di trasmettere emozioni.

Se preferite toni pastello, potete dipingere anche tutte le pareti della stanza; al contrario se amate i colori decisi e intensi, concentratevi su di una sola parete, ma che sia quella giusta, un’altra caratteristica da tenere in considerazione è se la parete in questione si trova in una sala o se è in bagno o in cucina, per una luminosa sala da pranzo in una casa antica, o d’epoca è consigliabile un tono di colore pastello, quindi pareti che, anche se da primo acchito sembra bianche, sono in realtà di un azzurro pallido. Questa è una soluzione che esalta gli elementi architettonici grandi e piccoli: le finestre con montanti in stile Liberty, lo zoccolino candido e gli stucchi che dividono muro e soffitto. Un altro colore adattissimo ad una casa d’epoca ma dal sapore leggermente più vivace, è il color limone o lime, tinte dai toni luminosi adatti per le case con una bassa penetrazione dei raggi solari.

Finto marmo,Pittura marmorino fai da te

Pareti colorate in soggiorno

Il soggiorno è la stanza della casa in cui sono ammesse maggiori varanti di colori ed anche le più stravaganti per le pareti, ma bisogna considerare sempre e comunque il grado di esposizione della stanza e il suo grado di illuminazione. Al giorno d’oggi vanno per la maggiore pareti colorate di beige o di grigio perla in soggiorno, perchè si abbinano molto bene a tutti i tipi di arredo, da quelli più vintage ad arredi più moderni e contemporanei. Se vogliamo però qualche tonalità più allegra possiamo optare per un verde acido, o oliva, che stabilizza l’umore, rende allegri e solari, se siamo davvero coraggiosi possiamo anche lanciarci in un bel rosso con il quale però non dobbiamo esagerare, se la stanza e la parete sono particolarmente grandi è opportuno valutare il rosso in abbinamento al bianco nei motivi decorativi che alleggerirebbe la situazione.

Per quelli più estrosi è indicatissimo anche il viola in tutte le sue gradazioni, anche qui però attenzione a non esagerare, può essere impiegata anche per arricchire una sola parete per creare interessanti contrasti oppure può essere sempre impiegato con le decorazioni di color bianco, l’ambiente deve essere già comunque luminoso di base, se lo consideriamo comunque troppo scuro possiamo optare per la pittura coi glitter, assolutamente non kitsch permette una diversa tonalità del colore a seconda degli orari della giornata e della penetrazione di luce, e cambia di tono a seconda del punto di vista da cui la guardiamo, è senz’altro un ottimo espediente per non annoiarsi.

Grassello di calce

Pareti della cucina: tinte più adatte

La cucina è la stanza più vissuta della casa, e, ahimè, anche la più sporca o sporchevole, è quella in cui viene preparato il cibo e, e deve trasmettere un senso di igiene e di pulizia. Per questo conviene optare per pareti sicuramente colorate, ma di tinte che invogliano all’appetito in qualche modo, e dato che la superficie pitturabile di questo ambiente è molto più ridotta dalla presenza delle piastrelle possiamo anche puntare su tinte, come il rosa salmone, se l’ambiente è molto grande specialmente, e tinte cariche se la stanza non è così vasta, come il giallo canarino, l’arancione, l’importante in questa stanza è utilizzare toni caldi, non sono particolarmente consigliate le decorazioni.

Idropittura top white, fissativo

Pareti colorate in camera da letto

Per la camera da letto bisogna prestare una certa attenzione, perchè ci sono colori adatti ed altri no. Un esempio è il rosso, che in molti scelgono per la camera da letto ma che in realtà trasmette aggressività e rabbia quindi è il colore meno indicato per una stanza dedicata al riposo. Ideali sono invece le nuance fredde come l’azzurro o del verde chiaro, che sono rilassanti e trasmettono un senso di pace, stimolando anche il sonno. Lo stesso si può dire del viola scuro e addirittura il nero, che ha anch’esso effetti calmanti ed aiuta a ridurre l’insonnia.

Pareti colorate nella stanza da bagno

Anche in questa stanza sono molto consigliate le tinte fredde, si consigliano in particolare le gradazioni di azzurro e verde, come il verde pisello o l’azzurro acqua, mentre si sconsigliano i colori caldi e i toni scuri e aggressivi come il blu o il viola, diversamente dalla cucina, qui le decorazioni a parete sono molto consigliate, dato che l’ambiente non è adatto ad ospitare quadri o fotografie, oltre a specchi, le decorazioni a parete aiutano a risaltare gli arredi e i sanitari, tengono compagnia e non influiscono sull’attenzione, visto che non è qui richiesta.

Idropittura lavabile

Pareti colorate negli ambienti “morti”

Quali sono gli ambienti morti di una casa? Ad esempio i corridoi, le anticamere o antibagni, o gli ingressi, ambienti dove non si svolgono delle vere e proprie attività, sono ambienti di passaggio, di servizio, e il più delle volte sono ambienti piccoli, dove non sempre sono presenti complementi di arredo, se o una sedia, o una cornice. Per questi ambienti sono molto adatte le pitture decorative e molto creative, se non è proprio possibile eseguirle allora si consiglia una tinta che sia una gradazione a metà tra le due dei due ambienti separati dal corridoio o dall’anticamera, in modo che sia un collante tra i due ambienti.  

Quando dipingiamo le pareti di casa dobbiamo anche prestare attenzione oltre che agli arredi, anche ai tendaggi, alle piastrelle di rivestimento e al pavimento. Queste sono tutte variabili che incidono notevolmente sull’effetto finale ed è importante scegliere delle tonalità che non stonino tra di loro. Il colore contribuisce a definire lo stile di una casa, quindi va utilizzato in modo intelligente senza esagerare.

 

 

 

 

Translate »
shares